Mendrisio terra di vite

Con 120 ettari di suolo coltivato a vigna, Mendrisio è il comune più vitato di tutto il Cantone Ticino. Sul territorio della città si condensano gran parte dei vigneti e i maggiori produttori vinicoli che affinano e imbottigliano il 40% della produzione cantonale. Si può dunque parlare di capoluogo della viticoltura, dove i produttori, gli enologi e i cantinieri  lavorano con passione, determinazione e fierezza a un prodotto di alta qualità.

I vigneti

Il Mendrisiotto è un territorio ideale per la viticoltura perché vi si incontrano in giuste proporzioni le condizioni climatiche e le caratteristiche dell’ambiente. Il vigneto è il luogo da dove prende avvio la lunga filiera che va dall’acino al vino che giunge sulla tavola.
Un luogo di lavoro, innanzitutto, ma  anche un luogo di emozioni e sensazioni, di scoperta, meditazione, contemplazione, bellezza.  I vigneti sono anche scenari di manifestazioni popolari, dove trascorrere una giornata all’aria aperta. Tra le manifestazioni in agenda si possono trovare per esempio la  Mangialonga. Per immergersi tra i filari e abbandonarsi a questa esperienza sensoriale unica, basta effettuare le belle escursioni a piedi proposte da MendrisiottoTurismo (itinerari tra i vigneti) o MendrisiottoTerroir (percorsi).

Bianco Rosso & Blu

Bianco Rosso BluLa città di Mendrisio ha promosso la pubblicazione del volume “Bianco Rosso & Blu” in collaborazione con Ticinowine. Il libro traccia un percorso inedito alla scoperta delle terre, degli uomini e delle donne che si occupano di vino nel Cantone Ticino. L’intento è di rendere omaggio ai valori storici e culturali della viticoltura e dell’enologia alle nostre latitudini. Il tema è certamente sentito e apprezzato, visto anche il sostegno di 37 comuni, 12 enti e 16 aziende. Le bellissime fotografie sono di Oliviero Venturi e l’edizione di Salvioni arti grafiche di Bellinzona.
Il volume è in vendita nelle librerie e presso l’editore.

Correlati

Altri contenuti

Ultimo aggiornamento: 05.07.2016