Arzo

Il villaggio di Arzo è situato sulla zona collinare alle pendici del Poncione d’Arzo e vanta una ricca rete di sentieri pedestri che si diramano sul Monte San Giorgio.
Dal dopoguerra si è sviluppata una buona attività industriale soprattutto nel settore dell’abbigliamento, che ha retto fino alla fine degli anni Novanta. Di recente, come un poco ovunque nel Mendrisiotto, l’attività vitivinicola ha avuto un forte incremento rispetto agli altri settori agricoli. Contornata da rigogliosi vigneti, in zona Lör è attiva una cantina che produce ottimi vini rossi e bianchi.
L’annuale Festival internazionale di narrazione organizzato per le vie e le piazze del villaggio è sintomo della vitalità culturale che attrae migliaia di visitatori.

Lo stemma

“Di rosso, alla croce d’argento, carica in cuore sul tutto una cattedrale d’oro, chiusa e finestrata di nero”.
“La croce è contemporaneamente quella di Como e di Lugano. Il Duomo ricorda il contributo dato da Arzo a queste due città per l’erezione del loro maggiore tempio: fornì, infatti, il materiale per la costruzione del Duomo di Como, per i restauri della facciata del Broletto, della stessa città, nel 1435, e per una parte dei rilievi della facciata della cattedrale di Lugano.”
Citazioni tratte da “L’Armoriale dei Comuni ticinesi” di Gastone Cambin, Edizione Istituto Araldico e Genealogico Lugano, 1953.

Territorio

superficie 2.79 km2
bosco: 72%
zona residenziale: 15%

Coordinate

45°52 25 N  8°56 25 E

Altitudine

503 m/slm

Popolazione

1’271 residenti (stato al 31.12.2016)

Correlati

Ultimo aggiornamento: 11.01.2017