Capolago

Capolago è posata sulle rive del lago Ceresio, a ridosso delle falde del Monte Generoso, a soli 5 minuti dal centro di Mendrisio e a 15 km da Lugano.
È meta turistica apprezzata grazie al trenino a cremagliera che parte dalla stazione di Capolago e porta fin sulla cima del Monte Generoso, attraversando una zona paesaggistica suggestiva e incontaminata. L’attracco per il battello della Società navigazione lago di Lugano e il lido che degrada nelle acque lacustri sono ulteriori elementi che fanno di Capolago un piacevole ritrovo per turisti e abitanti della regione.
Una ricca rete di sentieri si snoda tra i boschi della regione. Rinomata è inoltre  la zona delle cantine, dotata di cunicoli che si addentrano nella montagna creando una climatizzazione ideale e costante per la conservazione di generi alimentari.

Lo stemma

“Partito: il 1° d’argento al castello di rosso, aperto e finestrato del campo, cappato-losangato d’azzurro e d’argento, al capo d’oro all’aquila di nero; il 2° d’azzurro al torchio [tipografico] d’oro, alla terza ondata d’argento, posta in punta.”
“Il primo partito è l’arma della famiglia Maderni, che diede un notevole numero di artisti, costruttori e altri personaggi e, contemporaneamente, quella del Patriziato, composto unicamente dalla famiglia Maderni.”
“Il secondo partito simboleggia la storica Tipografia Elvetica di Capolago (1830 – 12 marzo 1853) che esplicò parte importante nei movimenti che portarono all’unificazione dell’Italia.”
Citazioni tratte da “L’Armoriale dei Comuni ticinesi” di Gastone Cambin, Edizione Istituto Araldico e Genealogico Lugano, 1953.

Territorio

superficie 1.77 km2
bosco: 76%
zona residenziale: 21%

Coordinate

45°54 05 N  8°59 05 E

Altitudine

277 m/slm

Popolazione

853 residenti (stato al 31.12.2016)

Correlati

Ultimo aggiornamento: 09.02.2017