Istruzioni di voto

Partecipare a votazioni ed elezioni è un diritto e un dovere per le cittadine e i cittadini del nostro Cantone: l’esercizio dei diritti politici è infatti l’elemento cardine per il buon funzionamento delle nostre istituzioni.

Nel corso degli anni, sono state introdotte diverse modifiche legislative per aggiornare il sistema democratico del nostro Cantone e le modalità di voto. Fra le più rilevanti novità va ricordata l’introduzione del voto per corrispondenza generalizzato, utilizzato per la prima volta a livello comunale per le elezioni del 2016: si tratta di uno strumento che semplifica l’esercizio del diritto di voto, oggi utilizzato da una larga maggioranza delle elettrici e degli elettori.

L’espressione del voto è infatti lo strumento più importante a disposizione della popolazione per indirizzare le scelte della politica, anche nei Comuni, scegliendo le persone che dovranno amministrarli.

Covid-19: il voto per corrispondenza, inoltre, permette alle cittadine e ai cittadini di esprimere il proprio voto in totale sicurezza, rispettando le attuali norme sanitarie. Ciò risulta particolarmente importante nell’attuale contesto pandemico.

Modalità di voto

L’elettore riceve al domicilio il materiale di voto che comprende

  • la carta di legittimazione di voto,
  • le schede ufficiali,
  • la busta di trasmissione,
  • le buste di voto per riporre le schede votate,
  • le istruzioni di voto
  • la stessa busta di trasmissione, appositamente concepita per un secondo utilizzo (ritorno).

Voto al seggio elettorale

L’elettore che sceglie di recarsi all’Ufficio elettorale per esprimere il proprio voto dovrà

  • dichiarare (e, se richiesto, documentare) la propria identità consegnando la carta di legittimazione di voto quale prova di non aver votato per corrispondenza
  • deporre nell’urna le schede ufficiali ricevute al domicilio.

Voto accompagnato

Il cittadino che, per evidente incapacità fisica, non è in grado di esprimere da solo il voto deve essere autorizzato a farsi accompagnare all’interno della cabina da una persona di sua fiducia. L’incapacità deve essere accertata dall’Ufficio elettorale.

Voto per corrispondenza

Le elettrici e gli elettori possono votare per corrispondenza dal momento in cui ricevono il materiale di voto.

La procedura corretta è la seguente.

  1. Compilare le schede di proprio pugno, solo con una penna di colore nero o blu scuro (non usare pennarelli o matite).
  2. Inserire le schede votate nelle apposite buste di voto.
  3. Compilare la carta di legittimazione di voto con i dati personali richiesti (data di nascita) e firmarla di proprio pugno, senza ritagliarla.
  4. Introdurre la carta di legittimazione di voto nella busta di trasmissione, avendo cura che sia inserita nel verso giusto (come indicato dalle frecce) e che al suo interno siano riposte le buste di voto contenenti le schede votate.
  5. Chiudere la busta di trasmissione e assicurarsi che l’indirizzo di ritorno (Cancelleria comunale) sia ben visibile nella finestra della busta.

Importante: il voto per corrispondenza

  • è valido solo se accompagnato dalla carta di legittimazione di voto compilata e firmata.
  • Inoltre, può essere inoltrato unicamente attraverso la busta ufficiale di trasmissione. In caso di materiale danneggiato, rivolgersi alla Cancelleria comunale.

Trasmissione del materiale votato

Il materiale votato può essere

  1. inviato tramite il servizio postale,
  2. imbucato (senza affrancatura) nelle cassette delle lettere del voto per corrispondenza ubicate presso il Palazzo comunale e agli sportelli di quartiere,
  3. oppure consegnato a mano alla Cancelleria comunale o agli sportelli di quartiere.

La busta di trasmissione contenente le schede votate deve pervenire

  • entro le 12:00 della domenica in cui si vota
    alla Cancelleria comunale e nei quartieri con l’Ufficio elettorale aperto;
  • entro le 10:00 della domenica in cui si vota
    nei quartieri con l’Ufficio elettorale chiuso.

Le schede giunte oltre l’orario non possono essere prese in considerazione ai fini dello spoglio.

Motivi di nullità

Sono nulle le schede che

  • portano segni di riconoscimento o recano espressioni estranee all’elezione,
  • non sono ufficiali,
  • sono illeggibili
  • sono compilate o modificate non a mano,
  • nel voto per corrispondenza, sono contenute in buste di trasmissione non ufficiali o non sono accompagnate dalla carta di legittimazione compilata e firmata.

Correlati

Ultimo aggiornamento: 07.06.2021